Stimoliamo i nostri figli a cogliere la ricchezza nelle differenze
Cerca nel sito
Mappa del sito | Contattaci | Home
ISTITUTI SUPERIORI
BIENNIO
TRIENNIO
Riflessioni su Kairós - Rugby in carrozzina

Riflessioni su Kairós - Rugby in carrozzina

PROGETTO LIONS-KAIROS


Quest’anno scolastico all’Istituto Comprensivo “A. Fusinato” di Schio per il progetto Kairosè stata dedicata solo un’ora all’interno della scuola media, per sensibilizzare i ragazzi al mondo dei diversamente abili.

Non è stato avviato un progetto vero e proprio che coinvolgesse gli insegnanti delle diverse materie a mettersi in gioco, attuando vere proprie attività all’interno delle differenti classi, perché quest’anno il carnet era già pieno di eventi, già programmati da tempo, ai quali non si poteva rinunciare e inoltre non c’erano più ore a disposizione per altre attività.

 Per quel poco che si poteva fare, come referente per il Lions-Kairos, ho invitato una squadra di sei atleti diversamente abili di rugby in carrozzina (i “Mastini Cangrandi”) provenienti da Verona, Vicenza e Padova.

 

Questi ragazzi, venerdì 1 aprile 2016, all’interno della palestra della scuola hanno dato una dimostrazione di come si può fare questo sport in carrozzina e al chiuso.

 All’inizio Paolo (il mio contatto per organizzare l’incontro), rappresentante della squadra ha spiegato come si svolge il gioco, le regole e le difficoltà che s’incontrano giocando questo sport.

 

Questa nuova maniera di giocare il rugby, ha emozionato i circa 300 studenti delle classi prime e seconde che dagli spalti incitavano a gran voce i giocatori come fossero i loro beniamini di sempre!

Ogni tanto si sentivano dei botti causati dagli inevitabili scontri tra carrozzine le quali, modificate per una maggiore stabilità e sicurezza, rendevano il gioco “maschio” come è il rugby.

 

In tre giocatori per squadra, si sono affrontati per una mezz’ora e poi hanno composto due squadre miste tra professionisti e ragazzi e ragazze scelti dall’insegnante di Educazione Fisica (che ha arbitrato tutte le partite).

 È naturale che il ritmo sia stato un po’ più lento dell’inizio ma pur sempre piacevole, sia per i giocatori provetti, ma soprattutto per i compagni di classe che tifavano a più non posso!

 

Metto in allegato foto e video di questo bel momento vissuto così da rendervi partecipi, conoscere e pubblicizzare anche nelle vostre scuole o palestre del paese, questo sport emergente.

 Sono convinto che questo sport ancora poco conosciuto, debba essere pubblicizzato. Se qualcuno fosse interessato a invitare la squadra nelle scuole, o meglio nelle palestre dei Paesi per una partita, può contattare il gentilissimo e disponibilissimo Paolo Macaccaro, presidente della squadra “Mastini Cangrandi” al 3294768521.

Angelo Lora 

segnala la pagina stampa la pagina
SITEngine - C.F./P.IVA GSTRSM63L22A703 Informativa Cookies